RAPPORTI DI COPPIA

relazioni-di-coppia-1

Gestisci e supera contrasti e conflitti con il tuo partner per ottenere il massimo nelle dimensioni sentimentale-affettiva o passionale-sessuale.

Affrontare le crisi o le potenzialità insite nelle dinamiche del rapporto di coppia con gli strumenti offerti dal Metodo PCR vuol dire considerare una situazione nello specifico e adottare stratagemmi comunicativi per gestirla al meglio. Questa tecnica o più in generale, le metodologie relative all’area “GESTIONE SE STESSI” rappresentano una sorta di pronto soccorso di coppia utile a sentirsi bene di fronte al partner o al potenziale partner.

Le tecniche PCR sono estremamente utili sia nella seduzione che possiamo considerare la fase preparatoria del futuro rapporto di coppia, sia nella fase di consolidamento e maturità del rapporto, quando desideriamo evitare che si interrompa il cammino costruito insieme a causa di banali ostacoli sul percorso.

Per quanto riguarda i primi approcci, le prime uscite, quando insicurezze, agitazioni e dubbi regnano sovrane, risultano importanti sia la conoscenza delle metodologie atte a creare in noi uno stato di sicurezza, solarità e apertura all’altro, sia la conoscenza dei segnali non verbali (l’alfabeto analogico del inconscio), della tipologia analogica di appartenenza, ovvero preziosi informazioni che ci aiutano a comprendere e coinvolgere l’altro. Sebbene i due soggetti che si incontrano aspirino ad avvicinarsi, può infatti accadere che si manifestino delle resistenze a lasciarsi andare del tutto, ed è in questo caso che risulta utile sapere come agire.

Quando pensiamo all’incontro di due persone pensiamo a un qualcosa di estremamente spontaneo, dove ognuno si lascia trasportare dalle sensazioni di uno sguardo, di una voce, vive appieno le emozioni e le manifesta liberamente. Questo non è sempre possibile, perché la realtà è fatta di ostacoli interiori e esterni a noi che rendono spesso difficile il naturale fluire dei sentimenti e, a questo punto, i momenti dove poter essere spontanei vanno conquistati, anche con l’uso di tecniche di potenziamento personale e comunicazione efficace.

Nel caso della coppia consolidata l’obiettivo della formazione analogica integrata è quello di fornire strumenti utili a diventare consapevoli dei reciproci bisogni emotivi e dei vincoli che impediscono il confronto costruttivo con il proprio partner.

Bisogna sempre tener presente che come dice Stefano Benemeglio, la dinamica dell’amore è una delle più egoistiche, in quanto: …tu partner devi essere e comportarti come serve a me…. Quando inizia l’incomunicabilità si pensa sempre che sia l’altro a essere cambiato, ma non è così, la responsabilità è di entrambi.

Ognuno dovrebbe conoscere le opportune metodologie per sapere come gestire i contrasti, che sono inevitabili, e prevenire i conflitti, che sono evitabili. Il contrasto infatti è sinonimo di discussione, alla fine se abbiamo imparato a comunicare, possiamo trovarci d’accordo entrambi, ciò che importa maggiormente alle parti in gioco è ancora la ricerca della soluzione migliore per entrambi. Il conflitto è sinonimo di guerra, o vinci tu o vinco io, ciò che importa maggiormente a ciascuno della parti in gioco è dimostrare che si ha ragione, che è quella che vince ad avere il potere di decidere.

Quando si tratta di passare dalla comunicazione emozionale alla comunicazione verbale sono molto utili le procedure derivanti dal approccio costruttivista, strategico e neurolinguistico. Se creare le migliori condizioni emotive in noi sbloccando i profondi meccanismi di difesa con il metodo analogico è una cosa basilare, è altrettanto necessario anche gestire il dialogo da un punto di vista razionale. rapporti-di-coppia

Ecco dunque che il Metodo PCR (Potenziamento Capacità Relazionali) risulta vincente per la felicità nei rapporti di coppia, integrando un’azione pragmatica sulle cause a monte dell’incomunicabilità con gli stratagemmi relazionali di matrice americana più opportuni.

Offriamo un metodo che è frutto di 26 anni di studi, ricerca e sperimentazione sul campo portati avanti da  Andrea Cirelli e dai suoi collaboratori e denominato  Metodo PCR. Tale metodo formativo di Potenziamento delle Capacità Relazionali si basa sul modello analogico integrato con le migliori tecniche di matrice americana riguardanti l’intelligenza linguistica e comportamentale.